Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Urp Sala Stampa Comunicati Stampa 2012 Comunicati Stampa Comunicato Stampa n. 87 - 29 ottobre 2012

bottone_imprese_senza_pec

bottone_cancellaz.png

Supporto-Specialistico

Infogrammi interattivi della Camera di Commercio di Ferrara

Linea Amica

 
Azioni sul documento

Comunicato Stampa n. 87 - 29 ottobre 2012

ultima modifica 31/10/2012 10:54

In Italia esistono complessivamente 412 contratti di rete (8 a Ferrara), in cui sono coinvolte 2.125 imprese (23 quelle ferraresi) - OLTRE LA CRISI: LE IMPRESE FERRARESI FANNO RETE - LA CAMERA DI COMMERCIO RILANCIA ANCHE NEL 2013 - Dall'Ente di Largo Castello 200.000 euro per aggregarsi e creare reti di impresa

Fare rete per essere competitivi. Anche con la crisi. Così la Camera di Commercio di Ferrara stanzia, per il 2013, 200.000 euro per favorire, tramite il processo di aggregazione delle imprese, l'aumento di competitività sul mercato. “Le reti di impresa sono la strategia per far fronte alle sfide della modernità, per far sì che anche le piccole e medie imprese – elemento fondativo dell’economia provinciale - possano introdurre innovazioni nei processi aziendali e nei prodotti, consolidando e rafforzando il Made in Ferrara, e quindi il Made in Italy. Sono necessari, dunque, incentivi fiscali che rendano le reti uno strumento realmente efficace per contrastare la crisi” – ha dichiarato Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio di Ferrara.

In Italia – fa sapere l'ufficio Studi della Camera di Commercio - esistono complessivamente 412 contratti di rete (8 a Ferrara), in cui sono coinvolte 2125 imprese (23 quelle ferraresi). Tra le società di capitale che hanno attivato contratti di rete, circa 40 imprese hanno un giro d’affari che supera 50 milioni di euro, circa 190 si collocano nel range tra 10 e 50 milioni di euro, 170 tra 5 e 10 milioni di euro, 440 tra 1 e 5 milioni di euro e 456 fino a 1 milione di euro.

Le Reti d’impresa costituiscono, dunque, una modalità innovativa nell’affrontare il mercato per aumentare la forza delle imprese, senza doversi necessariamente unire in una fusione o ricadere sotto il controllo di un unico soggetto. È un’obbligazione reciproca tra le imprese aderenti al contratto di rete ad esercitare in comune una o più attività economiche rientranti nei rispettivi oggetti sociali con lo scopo di accrescere la reciproca capacità innovativa e la competitività sul mercato, ma anche di garantire la possibilità di accedere a rapporti altrimenti preclusi all’impresa singola, come finanziamenti, agevolazioni o bandi di gara pubblici.

Diversi i progetti che saranno finanziati dal bando della Camera di Commercio: dallo sviluppo e miglioramento delle funzioni condivise dall’aggregazione finalizzate all’aumento dell’efficienza e della produttività, alle attività di servizio comuni per l’innovazione di un prodotto o processi delle imprese. Ma anche la valorizzazione dei sistemi di gestione della qualità, lo sviluppo di prodotti e servizi che consentano l’ampliamento del mercato e dei canali distributivi, la creazione di un marchio di rete e nondimeno il consolidamento dei brand già esistenti. Infine, azioni comuni finalizzate al rafforzamento e consolidamento delle reti distributive e della presenza su mercati internazionali.

Riferimento per i Media:
Camera di Commercio di Ferrara
Ufficio Stampa E-mail: stampa@fe.camcom.it Tel: 0532 783802 - 903

« giugno 2024 »
giugno
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Consultazione atti depositati dagli agenti di riscossione

Questionario

Segnalazione pubblicazioni non conformi

 
Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

I dati di fatturazione sono quelli della nuova Camera di commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ferrara e Ravenna

C.F. e Partita Iva 02608840399
Codice IPA UFAV18
Tel. 0532/783.711
Posta Elettronica Certificata
cciaa@pec.fera.camcom.it