Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Promozione Contributi e Finanziamenti Bando efficienza energetica, sostenibilità ed economia circolare per le imprese della provincia di Ferrara, anno 2023

bottone_imprese_senza_pec

bottone_cancellaz.png

Supporto-Specialistico

Infogrammi interattivi della Camera di Commercio di Ferrara

Linea Amica

 
Azioni sul documento

Bando efficienza energetica, sostenibilità ed economia circolare per le imprese della provincia di Ferrara, anno 2023

— archiviato sotto:
ultima modifica 31/07/2023 15:15
5.0

Bando aperto dal 6 marzo 2023 al 15 settembre 2023.

Segnale di pericolo Il fondo camerale è virtualmente esaurito. Poichè permangono risorse dei fondi comunali, i termini rimangono aperti fino alla scadenza naturale del bando o, comunque, fino a disponibilità di risorse,
esclusivamente con riferimento alle imprese localizzate nei territori dei Comuni che presentino ancora disponibilità di risorse

Graduatoria domande ammesse - Sessione 1
Graduatoria domande ammesse - Sessione 2

IL BANDO

La Camera di Commercio di Ferrara, in considerazione della crisi economica e sociale causata dall’aumento dell’inflazione e dei costi dell’energia, ha varato un intervento per supportare le micro, piccole e medie imprese attraverso l' assegnazione di contributi a fondo perduto per investimenti diretti all’efficientamento energetico, alla sostenibilità e all’economia circolare.

In virtù del coinvolgimento di alcuni Comuni della provincia che hanno aderito all'iniziativa, il fondo messo a disposizione dalla Camera di commercio è integrato da risorse comunali, che interverranno a finanziare esclusivamente le domande delle imprese localizzate nei rispettivi territori solo dopo l'esaurimento delle risorse camerali a copertura provinciale.

RISORSE FINANZIARIE

Le risorse stanziate ammontano complessivamente a € 314.500,00, di cui:

ENTERisorse stanziate
Camera di commercio di Ferrara € 200.000,00
Comune di Bondeno €  10.000,00
Comune di Copparo €    5.000,00
Comune di Ferrara €  50.000,00
Comune di Fiscaglia €  30.000,00
Comune di Masi Torello €   2.000,00
Comune di Riva del Po €   2.500,00
Comune di Tresignana €  15.000,00
Totale risorse comunali € 114.500,00
TOTALE RISORSE € 314.500,00

 

CHI PUO' PARTECIPARE

Possono accedere al bando le imprese che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione/liquidazione dell’aiuto, presentino i seguenti requisiti:

  • a) essere Micro o Piccole o Medie imprese come definite dall’Allegato 1 del regolamento UE n. 651/2014;
  • b) avere sede legale e/o unità locali sede dell’investimento nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Ferrara;
  • c) essere attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • d) essere in regola con il pagamento del diritto annuale camerale;
  • e) non essere in stato di fallimento, liquidazione (anche volontaria), amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • f) aver assolto gli obblighi contributivi (DURC regolare);
  • g) non avere forniture di servizi in corso di erogazione con la Camera di commercio di Ferrara

CARATTERISTICHE DELL'AGEVOLAZIONE

  • L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perdutopari al 60% dell’investimento, che dovrà avere un costo minimo di € 1.000,00.
  • L’importo massimo del contributo sarà di € 5.000,00 (fino a € 10.000,00 per impianti da fonti rinnovabili)
  • Premialità extra di € 250,00 per possesso rating di legalità o per imprese femminili o giovanili

 

PERIODO AMMISSIBILITA' SPESE

Saranno ammesse le spese già sostenute e pagate dal 1 luglio 2022 fino al 30 giugno 2023 (con riferimento alla data del documento di spesa).
ll pagamento dovrà essere stato eseguito, in modalità tracciabile,  entro la data di presentazione della domanda

SPESE AMMISSIBILI

Gli interventi dovranno riguardare:

1. investimenti mirati al risparmio e al conseguimento dell’efficienza energetica, anche attraverso il ricorso a sistemi di energia rinnovabile quali:

    • a) acquisto e installazione di collettori solari termici e/o impianti di microcogenerazione;
    • b) impianti per l’autoproduzione di energia con fonti rinnovabili da utilizzare nel sito produttivo;
    • c) acquisto e installazione di raffrescatori/raffreddatori evaporativi portatili o fissi che non richiedono l’utilizzo di fluidi refrigeranti;
    • d) acquisto e installazione di sistemi di domotica per il risparmio energetico e di monitoraggio dei consumi energetici;
    • e) acquisto e installazione di apparecchi LED a basso consumo in sostituzione dell'illuminazione tradizionale (a fluorescenza, incandescenza o alogena, etc.) (c.d. relamping);
    • f) acquisto di nuovi impianti, macchinari e servizi, funzionali all’attività dell’impresa concepiti con tecnologie che consentano il contenimento dei consumi energetici o che siano finalizzati al risparmio energetico nonché al recupero di cascami di energia;
    • g) sistemi di riuso degli scarti di produzione e dei fattori di produzione - Sono comprese in tale tipologia le spese relative alla introduzione nel processo produttivo di tecniche per la produzione, consumo, riparazione e rigenerazione e riuso delle materie prime e seconde, con l’obiettivo di trarre il massimo valore e il massimo uso da materie prime, prodotti e rifiuti, promuovendo il risparmio energetico e riducendo le emissioni inquinanti;
    • h) investimenti mirati alla riduzione dei consumi idrici e riciclo dell’acqua nei sistemi aziendali secondo le diverse tecnologie applicabili ai diversi settori produttivi (a titolo di esemplificazione non esaustiva rientrano in tale tipologia: sistemi di raccolta e recupero acque piovane, adozione di sistemi efficienti di irrigazione, automazione di impianti al fine del risparmio idrico ed energetico, contabilizzazione dei consumi idrici e umidità del suolo; utilizzo di macchinari per riciclo dell’acqua, filtraggio e depurazione e riuso, riciclo e riuso acque grigia, utilizzo di macchinari che riducano il prelievo dell’acqua nei processi industriali);
    • i) spese tecniche di consulenza correlate alla realizzazione dell’intervento (progettazione, direzione lavori, relazioni tecniche specialistiche comprese quelle richieste dalla presente misura nel rispetto dei requisiti di ammissibilità delle spese, contributi obbligatori dei professionisti, ecc.) nel limite del 10% dei costi di cui alle precedenti voci;

    2. interventi volti ad inserire la figura dell’Energy manager in azienda:

      a) Spese per acquisizione tramite servizio esterno della figura dell’Energy Manager per la realizzazione, a titolo esemplificativo, delle seguenti attività:

        • Audit energetici, finalizzati a valutare la situazione iniziale “as it is” dell’impresa, per individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico;

        • Energy performance indicator (EnPI), con l’elaborazione di indici specifici o indicatori di consumo energetico attraverso un’attenta analisi del processo produttivo;

        • Piano interventi, sulla base dell’osservazione diretta della modalità dei consumi e sulla risultanza degli indicatori, con la proposta di una serie di interventi di tipo gestionale che riguardano le modalità di utilizzo delle apparecchiature esistenti;

        • Programma di ottimizzazione delle forniture, analisi dei documenti contrattuali e contabili delle varie forniture energetiche verificandone i parametri contrattuali, l’esistenza di eventuali penali e discordanze rispetto ai dati in letterature;

        • Sistemi di gestione in materia di energia, introduzione in azienda di procedure e pratiche per la gestione energetica fino all’implementazione di Sistemi per la gestione energetica es. ISO 50001.

        b) Spese per formazione finalizzata al conseguimento della qualifica di Energy Manager per risorsa interna (amministratori o dipendenti):

        L’attività formativa in oggetto dovrà essere erogata da enti di formazione (es. agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università, Scuola di Alta formazione, Istituti tecnici superiori) o altri soggetti qualificati certificati ISO 9001:2015 per il settore EA37 per assicurare l’erogazione di percorsi formativi e professionalizzanti di qualità, con specifico riferimento al settore energetico, con una durata non inferiore alle 40 ore totali supportata da idonea documentazione (dichiarazione/certificazione di fine corso e copia dell’attestato di frequenza per almeno l’80% del monte ore complessivo).

        Segnale di pericolo Consultare attentamente le spese escluse di cui all'art. 5.3 del bando.


        COME PRESENTARE DOMANDA

        A pena di esclusione, le richieste di contributo devono essere trasmesse esclusivamente  in modalità telematica con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 10.00 del 6 marzo 2023 e fino alle ore 12.00 del 15 settembre 2023.

        Per inviare la domanda di contributo su questo bando selezionare dal menu a tendina il bando "Bando efficienza energetica 2023 [ 23EN ]".

        COSA SERVE

        La domanda di contributo su questo bando prevede l'imposta di bollo di € 16,00, che verrà assolto in modo virtuale dalla Camera di commercio. Il richiedente dovrà avere un credito pari o superiore a € 16,00 sul conto di Webtelemaco, sezione Diritti. In mancanza di tale credito, la pratica verrà respinta automaticamente dal sistema e la domanda di contributo non risulterà pervenuta alla Camera di commercio.
        1. FIRMA DIGITALE del titolare o legale rappresentante dell'impresa;
        2. ACCESSO AL SISTEMA WEBTELEMACO con account registrato a nome dell'impresa o account dell'intermediario (consulente, associazione)
        3. CREDITO DI ALMENO € 16,00 sul conto prepagato di Webtelemaco, sezione Diritti, per l'assolvimento dell'imposta di bollo prevista dal bando.

         

        COSA ALLEGARE

        Alla pratica telematica dovrà essere OBBLIGATORIAMENTE allegata, a pena di esclusione, la seguente documentazione:

          • a) MODELLO BASE generato dal sistema in formato .xml, che dovrà essere firmato digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa e riallegato allal pratica (formato .xml.p7m);
          • b) MODULO DI DOMANDA (Allegato 1), compilato in ogni sua parte e firmato digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa (formato pdf.p7m);
          • c) RIEPILOGO FATTUREDOCUMENTI FISCALI, QUIETANZE (Allegato 2), firmato digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa (in formato xls.p7m);
          • d) COPIA DELLE FATTURE e degli altri documenti di spesa riferiti ai beni/servizi acquistati, alle attività e/o agli investimenti realizzati (in formato pdf.p7m);
          • e) COPIA DEI PAGAMENTI ESEGUITI: copia del bonifico che riporti il codice della transazione avvenuta (CRO, TRNID) o l'esito "eseguito", oppure copia dell’estratto conto bancario o postale da cui si evidenzi il pagamento avvenuto della spesa a cui si riferisce la fattura, in formato pdf.p7m;

            Solo in caso di investimenti mirati al risparmio e al conseguimento dell’efficienza energetica, di cui all’art. 5 punto 1:

            • f) RELAZIONE TECNICA (Allegato 3) redatta secondo il facsimile fornito dalla Camera di commercio e sottoscritta da tecnico specializzato abilitato (firma digitale o autografa + doc. identità);
            • f) RELAZIONE TECNICA SEMPLIFICATA (Allegato 3S), solo per investimenti al di sotto di € 2.000,00, compilata e firmata digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell'impresa anziché dal tecnico specializzato;
            • g) COPIA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’ DELL’INSTALLATORE, se prevista dalle normative vigenti in tema di impiantistica e sicurezza;

            Solo in caso di intervento volto a inserire la figura dell’ENERGY MANAGER, di cui all’art. 5 punto 2:

            • h) ATTESTAZIONE DEL FORNITORE DEL SERVIZIOCONTRATTO DI FORNITURA nel caso di acquisizione di servizio esterno della figura dell’Energy Manager;
            • i) DICHIARAZIONE O CERTIFICAZIONE DI FINE CORSO E ATTESTAZIONE DI FREQUENZA nel caso di spese per attività formativa in favore delle risorse interne, per almeno l’80% del monte ore complessivo

             

            CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE DOMANDE

            Procedura valutativa a sportello, secondo l'ordine cronologico di presentazione, rispetto alla regolarità amministrativa-formale della domanda e all'attinenza degli investimenti con gli ambiti di intervento ammissibili

            Regolarità DURC

            Le imprese richiedenti devono essere in regola con il pagamento dei contributi previdenziali, sia dell'impresa che di eventuali soci lavoratori, e avere DURC regolare dal momento della domanda fino a quello della liquidazione del contributo. Si consiglia di verificare preventivamente la propria posizione attraverso il servizio INPS.

            Regolarità diritto annuale

            Le imprese richiedenti devono essere in regola con il pagamento del diritto annuale della Camera di commercio. Si consiglia di verificare preventivamente la propria posizione attraverso Il cassetto digitale dell'imprenditore.
            Per info o chiarimenti contattare via mail l'Ufficio diritto annuale (diritto.annuale@fe.camcom.it).

            Invio della domanda con Web Telemaco

            • L’invio telematico dovrà avvenire mediante la piattaforma WebTelemaco (http://webtelemaco.infocamere.it/) – Servizi e-gov - Contributi alle imprese.
            • Si precisa che non è possibile precompilare la pratica di Webtelemaco; il bando si attiverà solo il 6 marzo 2023 ore 10.00 e fino a quel momento non sarà visibile in WebTelemaco.
            • E' consigliabile precompilare e firmare tutti i moduli e gli allegati obbligatori, così da poterli inviare velocemente durante la creazione della pratica telematica.
            • E` previsto l`invio di una sola domanda completa per impresa. In caso di invii multipli, verrà tenuto conto solo della prima domanda completa e valida.
            • Per compilare ed inviare correttamente la domanda di contributo si prega di consultare le slides e le guide pubblicate di seguito:

            1. vedi le slides "Creazione di una pratica di richiesta contributo"

            2. vedi la Guida Infocamere per la "pratica telematica contributi" »
            (
            guida ufficiale Quick reference")

            3. vedi la Guida alla compilazione della "pratica telematica contributi" »
            (
            guida operativa
            con istruzioni per le singole fasi di creazione, invio e avanzamento della pratica)

             

            Assistenza

            Per problemi tecnici su Web Telemaco utilizzare il servizio di assistenza on line www.registroimprese.it/assistenza.
            Selezionando l'argomento di interesse (es. Adesione a Telemaco, Accesso a Telemaco o Pratiche) si può prenotare un appuntamento telefonico.

            Per eventuali chiarimenti sul bando e sulla compilazione della modulistica o sulla pratica di Web Telemaco è possibile rivolgersi all'Ufficio Promozione della Camera di commercio, email: promozione@fe.camcom.it

            Alessandra Pacetti, tel. 0532-783821 
            Daniele Spadoni, tel. 0532-783777
            Manuela Sarasini, tel. 0532-783820

            Le informazioni contenute in questa pagina non sono esaustive. 
            Si raccomanda di leggere attentamente il testo del bando, prima di porre eventuali quesiti.
            Quesiti prettamente tecnici sono da rivolgere ai tecnici abilitati firmatari della relazione tecnica.
            E' inoltre consigliato consultare le FAQ (Frequently Asked Questions, “domande frequenti”), in calce alla pagina.

            vedi il bando 23EN »

            vedi la modulistica »
            (Attenzione! si consiglia di scaricare la modulistica aggiornata e prima della sottoscrizione digitale dei documenti salvarli in formato .pdf)

            vedi le FAQ DOMANDE FREQUENTI »

             

             


            « settembre 2023 »
            settembre
            lumamegivesado
            123
            45678910
            11121314151617
            18192021222324
            252627282930
            Prossimi eventi
            12/10/2023 SACE ON TOUR Sala Giunta - sede territoriale di Ferrara, via Borgoleoni 11, 2^ piano
            Prossimi eventi…

            Consultazione atti depositati dagli agenti di riscossione

            Questionario

            Segnalazione pubblicazioni non conformi

             
            Standard

            Powered by Plone ®

            Camera di Commercio

            I dati di fatturazione sono quelli della nuova Camera di commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ferrara e Ravenna

            C.F. e Partita Iva 02608840399
            Codice IPA UFAV18
            Tel. 0532/783.711
            Posta Elettronica Certificata
            cciaa@pec.fera.camcom.it