Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Urp Sala Stampa Comunicati Stampa 2019 comunicati stampa Comunicato Stampa n. 5 - 21 gennaio 2019

Infogrammi interattivi della Camera di Commercio di Ferrara

Linea Amica

 
Azioni sul documento

Comunicato Stampa n. 5 - 21 gennaio 2019

— archiviato sotto:
ultima modifica 21/01/2019 10:38

Govoni: “Riducendo il carico burocratico e quello fiscale si libererebbero risorse per accelerare la ripresa” CAMERA DI COMMERCIO: SONO 5.700 LE DICHIARAZIONI DI ASSUNZIONE DELLE IMPRESE FERRARESI TRA GENNAIO E MARZO DI QUEST’ANNO In flessione (-770) rispetto allo stesso trimestre del 2018

Sono 5.700 le dichiarazioni di assunzione delle imprese ferraresi (a tempo indeterminato, a tempo determinato, stagionali, a chiamata, apprendistato, in somministrazione, di collaborazione coordinata e continuativa ed altri contratti non alle dipendenze (della durata di almeno un mese solare) nei primi tre mesi del 2019. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si registra una flessione delle entrate previste (-770 rispetto al trimestre gennaio-marzo 2018), segnale del progressivo rallentamento congiunturale, a conferma di un quadro macroeconomico già noto e reso ancora più incerto dall’evolversi degli scenari economici mondiali, e per effetto di una maggior richiesta di profili professionali qualificati. Sono alcune delle indicazioni diffuse dall’Osservatorio dell’economia della Camera di commercio di Ferrara sulla base dell’indagine Excelsior, realizzata in collaborazione con Unioncamere e Anpal.

Molte le incogniteprosegue l’Ente di Largo Castello - che gravano sui piani di sviluppo delle imprese: dall’andamento delle esportazioni per la questione dei dazi, all’incertezza sulla ripresa della domanda interna e degli investimenti, alle conseguenze legate alla Brexit. Non tutto il sistema produttivo provinciale, però, risulta frenato dalle incertezze del quadro economico a livello internazionale. Nei primi tre mesi del 2019, ad esempio, si muoverà in controtendenza la filiera del turismo, con aumenti delle posizioni lavorative messe a disposizione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+8%). Segnano il passo, in particolare, l’industria con una flessione del 13,8%, i servizi, con riduzioni percentuali a due cifre, fino ad arrivare al -22% nel commercio. Sono soprattutto le imprese di media dimensione a programmare assunzioni, la cui percentuale passa dal 31,5% al 35,3% con due punti e mezzo in più per quelle con più di 250 dipendenti.

Per ricostruire l’occupazione perduta non c’è che un modo: ripartire dalle imprese”, ha sottolineato il presidente della Camera di commercio, Paolo Govoni. “Senza imprese, non c’è lavoro. E le imprese possono creare lavoro se riescono a crescere, a sviluppare nuovi prodotti e servizi, ad allargare il proprio mercato. I dati non sono confortanti ma la presenza di una quota significativa di imprenditori che scommettono sull’impresa e operano nuove assunzioni fa capire che il sistema è vitale e che riducendo il carico burocratico e quello fiscale si libererebbero risorse per accelerare la ripresa”.

Cambiano anche le priorità degli imprenditori ferraresi nei piani di assunzione. Cresce, in termini percentuali, la richiesta da parte delle imprese delle professioni di elevata specializzazione e dei tecnici, così come degli operai specializzati (dal 34,6% al 39,4%), mentre si riduce il peso delle professioni non qualificate. Proprio questa ricomposizione della domanda di lavoro intorno a profili più qualificati spiega l’aumento della difficoltà di reperimento. Tale incremento riguarda tanto il gruppo delle professioni specializzate quanto quello delle professioni tecniche, nei cui ambiti, poi, si raggiungono picchi di criticità nelle ricerche di personale per gli specialisti in campo scientifico o per i tecnici in campo ingegneristico.

Tav. 1 LAVORATORI PREVISTI IN ENTRATA DALLE IMPRESE PER SETTORE ECONOMICO

 

Programmate gen-mar 2018

Programmate gen-mar 2019

gen-mar 2019

gen-mar 2018

Programmate gennaio 2018

Programmate gennaio 2019

gennaio 2019

gennaio 2018

 

(v.a.)

(v.a.)

(v.a.)

%

(v.a.)

(v.a.)

(v.a.)

%

TOTALE

6.470

5.700

-770

-11,9%

2.660

2.120

-540

-20,3%

INDUSTRIA

2.410

2.120

-290

-12,0%

1.060

840

-220

-20,8%

Industria manifatturiera e Public utilities (energia elettrica, gas, acqua, ambiente)

1.960

1.690

-270

-13,8%

890

680

-210

-23,6%

Costruzioni

440

420

-20

-4,5%

170

160

-10

-5,9%

SERVIZI

4.060

3.580

-480

-11,8%

1.600

1.290

-310

-19,4%

Commercio

1.090

850

-240

-22,0%

500

320

-180

-36,0%

Servizi di alloggio e ristorazione; servizi turistici

900

970

70

7,8%

270

320

50

18,5%

Servizi alle imprese

1.330

1.150

-180

-13,5%

540

410

-130

-24,1%

Servizi alle persone

730

610

-120

-16,4%

300

240

-60

-20,0%

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CLASSE DIMENSIONALE

 

 

 

 

 

 

 

 

1-49 dipendenti

4.670

3.830

-840

-18,0%

1.920

1.370

-550

-28,6%

50-249 dipendenti

1.120

1.050

-70

-6,3%

450

480

30

6,7%

250 dipendenti e oltre

680

820

140

20,6%

290

280

-10

-3,4%

I valori assoluti sono arrotondati alle decine. A causa di questi arrotondamenti, i totali possono non coincidere con la somma dei singoli valori. Il segno (-) indica l'assenza di imprese nell'incrocio indicato. Il segno (--) indica un valore statisticamente non significativo. I totali comprendono comunque i dati non esposti.

Fonte: Osservatorio dell’economia della Camera di commercio di Ferrara su dati Unioncamere - ANPAL, Sistema Informativo Excelsior

Vedi grafici allegati»

Tav. 2 IL BORSINO DELLE PROFESSIONI: LE PIÙ RICHIESTE A GENNAIO E NEL I TRIMESTRE 2019 * Secondo la classificazione delle professioni - ISTAT 2011 (3 digit)

 

 

Entrate previste

Difficoltà a reperire

Entrate previste

Differenza gen-2019 gen-2018

 

 

gen-19

gen-mar 2019

 

TOTALE

2.120

35,4

5.700

-540

Dirigenti, professioni
con elevata specializzazione e tecnici

Tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione

140

66,9

290

30

Tecnici delle vendite, del marketing e della distribuzione comm.

110

59,6

230

-130

Tecnici della sanità, dei servizi sociali e dell'istruzione

60

31,7

100

20

Progettisti, ingegneri e professioni assimilate

40

69,4

90

-20

Tecnici amministrativi, finanziari e della gestione della produzione

30

45,2

90

-10

Impiegati, professioni 
commerciali e nei servizi

Cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici

240

20,6

830

0

Personale di amministrazione, di segreteria e dei servizi generali

120

8,5

280

-20

Commessi e altro pers. qualificato in negozi ed esercizi all'ingrosso

90

33,3

320

-130

Operatori dell'assistenza sociale, in istituzioni o domiciliari

70

47,8

160

0

Commessi e altro personale qualificato nella grande distribuzione

40

0,0

120

-10

Addetti alla gestione dei magazzini, della logistica e degli acquisti

30

11,1

n.d.

-10

Operatori della cura estetica

30

36,4

 

Operai specializzati
e conduttori di impianti
e macchine

Operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche

340

39,1

780

40

Operai specializzati nell’edilizia e nella manutenzione degli edifici

120

38,3

300

0

Operai nelle attività metalmeccaniche richiesti in altri settori

90

40,2

260

-30

Conduttori di mezzi di trasporto

90

52,3

250

-20

Conduttori di macchinari mobili

60

41,0

190

20

Operai specializzati e conduttori di impianti nell'industria alimentare

60

35,6

n.d.

-10

Operai specializzati nelle industrie chimiche e della plastica

40

24,3

-20

Operai specializ.e condutt. impianti in ind. tessili, abbigl. calzature

20

26,1

-30

Professioni

non

qualificate

Pers. non qualificato in servizi pulizia e in altri servizi alle persone

80

17,5

240

-50

Personale non qualificato nelle attività industriali e assimilati

60

12,3

170

-80

Personale non qualificato nella logistica, facchini e corrieri

40

11,4

110

20

* Per ogni categoria sono presentati i principali gruppi di professioni, pertanto la somma delle voci non corrisponde al totale generale.


Fonte: Osservatorio dell’economia della Camera di commercio di Ferrara su dati Unioncamere - ANPAL, Sistema Informativo Excelsior

Il bollettino mensile Excelsior Informa (online su http://excelsior.unioncamere.net/) offre un monitoraggio delle previsioni occupazionali delle imprese private dell’industria e dei servizi con un orizzonte temporale anche trimestrale per fornire informazioni tempestive di supporto alle politiche attive del lavoro. Dal mese di maggio è possibile accedere, previa registrazione, al borsino delle professioni on line, la Dashboard Excelsior con dati disponibili non solo per settore economico e singola provincia, ma anche per ciascuno degli oltre 500 Centri per l’impiego operanti sui territori.

 

Riferimento per i Media:
Camera di Commercio di Ferrara
Ufficio Stampa E-mail: stampa@fe.camcom.it Tel: 0532 783802 - 903

Accessibilità

Logo cnipa accessibilità Logo attestante il superamento ai sensi della Legge n.4/2004 della verifica tecnica di accessibilità

  

Privacy      Note Legali

Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ferrara

C.F. e Partita Iva 00292740388
Codice IPA D0YUP8
Tel. 0532/783.711
Posta Elettronica Certificata
protocollo@fe.legalmail.camcom.it