Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato Concorsi a premio

Supporto-Specialistico

Infogrammi interattivi della Camera di Commercio di Ferrara

Linea Amica

 
Azioni sul documento

Manifestazioni a premio - News

ultima modifica 12/05/2020 09:26

Competenze in materia di manifestazioni a premio Competenze in materia di manifestazioni a premio
Con la conversione (Legge 6 agosto 2008 n. 133 pubblicata su G.U. n. 195 del 21/08/2008 - S.O. n. 196) sono state riattribuite alle Camere le competenze in materia di concorsi a premio

Definizione

I concorsi a premi consistono in promesse di premi al pubblico (di cui agli articoli 1989 e ss. del codice civile) per favorire, nel territorio dello Stato, la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi o la vendita di determinati prodotti o servizi e possono essere svolti a favore dei consumatori finali o di altri soggetti quali rivenditori, intermediari, concessionari, collaboratori e lavoratori dipendenti.

I premi in palio sono assegnati ad alcuni dei partecipanti in base alla sorte o all'abilità secondo le modalità previste dal Regolamento del concorso, alla presenza di un Notaio o del Responsabile della fede pubblica e tutela dei consumatori della Camera di commercio competente per territorio, o suo delegato, secondo quanto stabilito dall'art 9 del DPR 430/2001.

I premi messi in palio consistono in beni (compresi beni immobili), servizi, sconti di prezzo. Non possono essere ricompresi tra i premi il denaro, i titoli di prestito pubblici e privati, i titoli azionari, le quote di capitale societario e dei fondi comuni di investimento, le polizze di assicurazione sulla vita. Nel concorso a premio l'assegnazione dei premi dipende dalla sorte; da un congegno o da macchina; dall'abilità dei concorrenti chiamati ad esprimere giudizi o pronostici relativi a manifestazioni sportive, letterarie, culturali o a rispondere a quesiti o ad eseguire lavori; dall'abilità dei concorrenti ad adempiere per primi alle condizioni stabilite dal regolamento della manifestazione.

Sono considerati concorsi a premio le manifestazioni in cui l'attribuzione dei premi offerti dipende:

  • dalla sorte: l’individuazione dei vincitori può avvenire mediante estrazione appositamente organizzata oppure può farsi riferimento ad altra estrazione (es. il lotto) o modalità di assegnazione (es. abbinamento ad un risultato sportivo);
  • da qualsiasi congegno (meccanico, elettronico, ecc.) le cui caratteristiche consentano di affidare unicamente all'alea la designazione dei vincitori dei premi promessi;
  • dall'abilità o dalla capacità dei concorrenti chiamati ad esprimere giudizi o pronostici relativi a determinate manifestazioni sportive, letterarie, culturali in genere o a rispondere a quesiti o eseguire lavori la cui valutazione è riservata a terze persone o a speciali commissioni;
  • dall'abilità o dalla capacità dei concorrenti di adempiere per primi alle condizioni stabilite dal regolamento.

Qualunque sia la meccanica prescelta, la partecipazione ai concorsi a premio deve essere assolutamente gratuita, salvo le ordinarie spese di spedizione o telefoniche necessarie ai fini della  partecipazione stessa.

L’attività di controllo sul corretto svolgimento dei concorsi a premio è di competenza del Ministero dello Sviluppo Economico.

Le Camere di commercio intervengono, a richiesta degli organizzatori, nei concorsi a premio per l'individuazione dei vincitori e l'assegnazione dei premi con relativo onere a carico dei soggetti promotori; tali operazioni devono essere svolte infatti alla presenza di un notaio o del funzionario camerale per garantire la regolarità delle procedure di assegnazione dei premi e la verbalizzazione della chiusura del concorso.

Dal 25 gennaio 2011 il Servizio Prema on-line, è l'unico canale per trasmettere le comunicazioni sulle Manifestazioni a premio al Ministero dello Sviluppo Economico.

Come fare

Entro 15 giorni antecedenti la data di inizio del concorso (NB sono 15 gg. di calendario, escludendo il giorno del concorso) l'impresa deve compilare le diverse sezioni da A a M del modulo CO/1, allegando i seguenti documenti:

1) Regolamento del concorso
Predisposto prima dell'avvio del concorso, deve indicare soggetti promotori, durata, ambito territoriale, modalità di svolgimento, natura, valore indicativo dei premi messi in palio, termine della consegna, dati delle Onlus alle quali devolvere i premi non assegnati. In caso di modifiche del regolamento è necessaria un'apposita comunicazione al Ministero il giorno stesso in cui le stesse hanno effetto o per modifiche sostanziali almeno 15 gg. prima.

Il regolamento contiene l'indicazione dell'impresa promotrice e di quelle associate all'iniziativa, della durata, dell'ambito territoriale, delle modalità di svolgimento della manifestazione, della natura e del valore indicativo dei premi messi in palio, del termine di consegna degli stessi, della Onlus a cui devolvere i premi non assegnati.
L'impresa sceglie attraverso quali canali i destinatari del concorso a premio devono venire a conoscenza dell'iniziativa premiale.

2) Dichiarazione sostitutiva di atto notorio

Nel caso di sistema di rinvenimento immediato dei premi messi in palio dal concorso, l'inserimento di tagliandi o altri elementi vincenti, tra quelli non vincenti, il promotore deve certificare tramite dichiarazione sostitutiva, la conformità del sistema in parola al regolamento.

3) Documento originale di cauzione prestata a garanzia dei premi promessi

La cauzione è pari al 100% del valore complessivo del montepremi, determinato ai fini dell'imposta sul valore aggiunto o dell'imposta sostitutiva, ma al netto della relativa imposta. Il beneficiario è il Ministero dello Sviluppo Economico ed ha scadenza non inferiore ad un anno dalla conclusione del concorso.
La cauzione è prestata mediante deposito in denaro o in titoli di Stato presso la Tesoreria provinciale dello Stato o mediante fidejussione bancaria o assicurativa.
Al termine del concorso, assegnati i premi e inviato il verbale di chiusura al Ministero, la cauzione viene svincolata trascorsi 180 gg. dalla data di trasmissione del verbale, previa idonea verifica da parte del Ministero che, attestato il regolare svolgimento del concorso, dispone lo svincolo della cauzione.
In caso di violazioni nella consegna dei premi, il Ministero determina l'incameramento totale o parziale della cauzione, pari al 100% del valore dei premi del concorso.

A chi

La comunicazione va trasmessa al Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale mercato, concorrenza, consumatore, vigilanza e normativa tecnica Divisione XIX – Manifestazioni a premio, esclusivamente tramite il servizio telematico Prema on-line, attivo sul dominio www.impresa.gov.it

Dal 25 gennaio 2011, il servizio Prema on-line è l'unico canale di trasmissione, tuttavia, se il sistema telematico rilascia informazione secondo cui il servizio Prema on-line è inattivo, l’impresa può trasmettere la comunicazione con i relativi allegati mediante posta elettronica con firma digitale all'indirizzo di posta elettronica m.premio@sviluppoeconomico.gov.it e a quello dei Monopoli di Stato giochi.concorsiapremio@aams.it.

Tempi

Il termine massimo di durata di un concorso a premio è di un anno, decorrente dalla data di inizio (che coincide con il giorno a partire dal quale viene fatta pubblicità all'iniziativa) con termine il giorno di individuazione dei vincitori.
I documenti per l'avvio di un concorso vanno presentati al Ministero almeno 15 gg. prima dell'avvio.

In caso di modifiche al regolamento la comunicazione può avvenire anche lo stesso giorno in cui esse hanno effetto, a meno che non vi siano modifiche alle caratteristiche sostanziali del concorso o del regolamento, nel quale caso esse devono essere trasmesse almeno quindici giorni prima che esplichino i loro effetti.

 

Ulteriori indicazioni sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico »

« agosto 2020 »
agosto
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

Consultazione atti depositati dagli agenti di riscossione

Questionario

Segnalazione pubblicazioni non conformi

 
Accessibilità

Logo cnipa accessibilità Logo attestante il superamento ai sensi della Legge n.4/2004 della verifica tecnica di accessibilità

  

Privacy      Note Legali

Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ferrara

C.F. e Partita Iva 00292740388
Codice IPA D0YUP8
Tel. 0532/783.711
Posta Elettronica Certificata
protocollo@fe.legalmail.camcom.it